Un quarto delle imprese agricole sono “rosa”. Pedroni: “La donna si riscopre protagonista”

Le aziende agricole condotte da donne in Emilia-Romagna sono oltre 12.000, pari a un quarto del totale. Lo comunica Coldiretti regionale su elaborazione dati della regione, a pochi giorni dalla partenza di una delegazione di imprenditrici di Coldiretti Donne Impresa Emilia-Romagna che raggiungeranno Matera il 4 novembre in vista di un incontro con le loro colleghe lucane che avrà come oggetto la multifunzionalità e il marketing.

“La figura della donna in agricoltura dal dopoguerra a oggi è fortemente cambiata”, ha detto la rappresentante regionale di Donne Impresa, Luciana Pedroni, “passando da un ruolo marginale nell’attività agricola a quella di protagonista e imprenditrice. Si tratta di una crescita certificata anche dal costante aumento percentuale delle aziende agricole in rosa”.

Anche per questo motivo è di primaria importanza il costante aggiornamento delle competenze delle imprenditrici che raggiungono Matera una tre giorni di studio e approfondimenti finanziata dal PSR 2014-2020, misura 1.1.01 a sostegno alla formazione professionale ed acquisizione di competenze che rappresenterà – conclude Coldiretti Emilia-Romagna – anche un ideale passaggio del testimone della cultura tra le due regioni: dalla Basilicata che nel 2019 ha visto Matera capitale europea della cultura all’Emilia-Romagna che nel 2020 vedrà il titolo passare a Parma.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48